* ARGEA, SANNA (CONFAGRI): BENE ENTE PAGATORE MA VENGA ATTREZZATO PER OBBIETTIVI; TUTTI I DUBBI *

26 Giugno 2019 ore 08:00

* ARGEA, SANNA (CONFAGRI): BENE ENTE PAGATORE MA VENGA ATTREZZATO PER OBBIETTIVI; TUTTI I DUBBI *

(CHB) - Cagliari, 25 giu 2019 - "Nessun pregiudizio sull'istituzione dell'organismo pagatore regionale in agricoltura , anche per il coraggio politico di averlo istituito, ma l=E2?=99importante e' che i portatori di interesse, ovvero le imprese e le associazioni agricole che le rappresentano, abbiano le giuste garanzie che il sistema dei pagamenti in Sardegna possa migliorare=E2?=9D. Il messaggio era stato lanciato gia' lo scorso venerdi dal presidente di Confagricoltura Sardegna, Luca Sanna, durante i lavori della tavola rotonda organizzata a Cagliari per fare il punto sul nuovo ruolo dell'Argea ente pagatore regionale che dal prossimo ottobre sara' attivo in Sardegna.
Ma il numero uno dell'associazione agricola ribadisce al notiziario Chartabianca la necessita' delle imprese agricole sarde e delle associazioni di categoria =E2?=9Cdi vedere velocizzato il sistema dei pagamenti nell'isola=E2?=9D e per questo chiedono i requisiti necessari perch=C3© Argea possa funzionare al meglio. Restano, quindi, sul nuovo ente un alone di incertezza e al tempo stesso tante speranze =E2?=9Cverso un sistema di pagamenti piu' efficiente e tarato sulle reali necessita' delle aziende agricole=E2?=9D.

AUSPICI. =E2?=9CNon siamo critici a priori nei confronti del nuovo organismo che riteniamo possa lavorare bene se messo nelle adeguate condizioni per farlo - spiega il presidente Confagricoltura Sardegna - ma auspichiamo che sia pronto per migliorare una situazione attuale deficitaria sul sistema dei pagamenti. Per questo aspettiamo che al prossimo incontro di informazione sull'istituzione dell'organismo pagatore ci vengano chiariti tutti i nostri dubbi tra cui: quanto costera' , che benefici si attendono in termini di riduzione dei tempi di erogazione e miglioramento delle istruttorie automatizzate e come intendono raggiungere questi obiettivi, chi fara' i controlli, come li fara' e quanto costeranno, ma non solo=E2?=9D, continua Sanna.
Tra le aspettative di Confagricoltura c'e' anche quella "che siano state valutate tutte le strade a disposizione per un corretto funzionamento dell'organismo regionale che sara' chiamato ad affrontare sfide molto importanti, soprattutto in termini operativi e di efficienza=E2?=9D, sottolinea Sanna al notiziario.

PAC E PSN. Il ruolo di Argea, sottolinea il presidente dell'associazione agricola, vedra' infatti una sua evoluzione. =E2?=9CCon la sua istituzione Argea pagatore regionale non dovra' dedicarsi solo ai pagamenti del Piano di sviluppo rurale ma anche del primo pilastro (il pagamento della Pac) - ricorda Sanna - quindi sara' importante per il sistema che questo ente possa essere ben strutturato. Inoltre ci sara' la concomitanza tra l'introduzione dell'organismo pagatore e la riforma della Pac che potrebbe generare qualche problema - avverte - si sono valutate le implicazioni che ci saranno considerando appunto questo fatto che pu=C3² incidere sull'operativita' dell'organismo pagatore? Siamo pronti?=E2?=9D, domanda Sanna. Inoltre si va verso il Piano strategico nazionale (Psn). =E2?=9CSe dal vecchio sistema si passera' al Psn gli obiettivi non se li mettera' pi=C3=B9 la Sardegna ma verranno decisi da altri che avranno anche il compito di misurarli - precisa il presidente Confagri - quindi tutto cambiera' e noi dovremmo essere pronti anche su questo versante".

CONTROLLI. Tra gli altri punti che le associazioni vogliono approfondire c=E2?=99e' il fronte dei controlli. "L'organismo pagatore sar=C3=A0 chiamato ad affrontare tutta una serie di controlli che attualmente sono in capo ad Agea - continua Sanna - con il nuovo organismo, chi li fara' ? Siamo sicuri che Argea sia pronta a farli insieme agli altri compiti attesi come le istruttorie delle pratiche e i pagamenti oppure i controlli potranno essere affidati a organismi terzi?=E2?=9D, chiede Sanna.

COSTI E BENEFICI. Secondo il numero uno Confagri Sardegna, bisogna approfondire il tema legato ai costi che =E2?=9Cnon possono superare i benefici attesi=E2?=9D, spiega. Tra questi ci sono i costi sul personale e sui sistemi informativi. =E2?=9CArgea ha in programma un piano di reclutamento anche se non si sa ancora quanti potranno essere i lavoratori coinvolti e su questo abbiamo chiesto delucidazioni - dice - se per un suo ottimale funzionamento sara' necessario assumere ben venga, dovremo solo capire come intendono affrontare il sistema dei costi che deve prevedere anche la formazione dei tecnici che saranno impegnati su ruoli differenti e a gestire strumenti diversi=E2?=9D.
Ma non si tratta solo di costi sul personale perch=C3© =E2?=9CArgea si dovra' dotare di strumenti informatici nuovi - spiega Sanna - parliamo di sistemi operativi e applicativi che hanno costi elevatissimi. Abbiamo avuto due anni fa la brutta esperienza dell'organismo nazionale che non dotava la Sardegna dei corretti applicativi e abbiamo fronteggiato ritardi spaventosi sull=E2?=99istruzione delle pratiche per le misure 4 e 6 - conclude Sanna - se avremo il nuovo Ente regionale, dovremmo pensare anche a questo aspetto e ci dovremo assumere le nostre responsabilita' =E2?=9D. (CHARTABIANCA) mpig =C2© Riproduzione riservata
Powered by:bizConsulting