AGRICOLTURA: PESTICIDI, DEPUTATI UE BLOCCANO AZIONE STATI MEMBRI, TUTELARE DI PIU' LE API

25 Ottobre 2019 ore 08:00

AGRICOLTURA: PESTICIDI, DEPUTATI UE BLOCCANO AZIONE STATI MEMBRI, TUTELARE DI PIU' LE API

(CHB) - Bruxelles, 23 ott 2019 - I deputati europei hanno bloccato una proposta della Commissione sulla protezione delle api, dopo che le misure erano state rese meno efficaci dai governi UE. La proposta della Commissione europea intendeva incorporare nel diritto comunitario gli orientamenti 2013 dell'Autorita' europea per la sicurezza alimentare (EFSA) per ridurre l'uso di pesticidi che danneggiano le api. Tali orientamenti indicano come dovrebbero essere testati i pesticidi, al fine di proteggere le api dall'esposizione acuta e cronica. I pesticidi sarebbero stati cosi disponibili sul mercato solo in caso di superamento di questi nuovi test.
Tuttavia, la maggior parte degli Stati membri dell'UE si =C3=A8 opposta a tali disposizioni, costringendo la Commissione a un compromesso, ovvero mantenere solo la protezione delle api dall'esposizione acuta.
Nel testo della risoluzione adottata oggi, si afferma come sia "inaccettabile che gli Stati membri si oppongano alla piena attuazione degli orientamenti per le api dell'EFSA del 2013". Il progetto della Commissione "introduce soltanto delle modifiche (...) per quanto riguarda la tossicit=C3=A0 acuta per le api, ma non si pronuncia sulla tossicita' cronica per le api da miele, nonch=C3© sulla tossicita' per i bombi e le api solitarie". Il testo della Commissione inoltre "non rappresenta quindi le evoluzioni piu' recenti delle conoscenze scientifiche e tecniche" e =E2?=9Cnon modificherebbe il livello di protezione" gia' in vigore.
I deputati sottolineano quindi che la Commissione europea non avrebbe dovuto cedere e avrebbe dovuto fare pieno uso dei suoi poteri, poich=C3© i 16 Stati membri che hanno impedito l'applicazione dei nuovi criteri di protezione non formavano una maggioranza qualificata.
Nella risoluzione si invita quindi la Commissione a presentare una nuova proposta legislativa basata sulle conoscenze scientifiche e tecniche piu' recenti.

TAPPE. Il Parlamento ha bloccato la proposta della Commissione, approvando la risoluzione a maggioranza assoluta, con 533 voti favorevoli, 67 contrari e 100 astensioni. La Commissione europea dovra' ora presentare una nuova proposta.
I deputati hanno sottolineato che, secondo la Commissione, c'e' un "evidente declino nella presenza e nella diversita' di tutti gli impollinatori selvatici europei, tra cui api selvatiche, sirfidi, farfalle e falene. Numerose specie di impollinatori sono estinte o minacciate di estinzione=E2?=9D.
Nella sola UE, circa l'84% delle specie coltivate e il 78% delle specie di fiori selvatici dipendono, almeno in parte, dall'impollinazione animale. Sono direttamente attribuiti agli insetti impollinatori circa 15 miliardi di euro della produzione agricola annuale dell'UE. (CHARTABIANCA) red =C2© Riproduzione riservata agricoltura
Powered by:bizConsulting