ARAS: ASSEMBLEA LAVORATORI, SCIOPERO REVOCATO MA RESTA STATO AGITAZIONE; LE RICHIESTE

3 Ottobre 2018 ore 07:59

ARAS: ASSEMBLEA LAVORATORI, SCIOPERO REVOCATO MA RESTA STATO AGITAZIONE; LE RICHIESTE

(CHB) - Cagliari, 28 set 2018 - "L'assemblea ha deciso di mantenere lo stato di agitazione ma lo sciopero viene momentaneamente revocato come atto di buona volonta' per consentire il caricamento dei dati necessari all'agenzia Laore per l'erogazione degli stipendi relativi alle mensilita' maturate e non ancora pagate=E2?=9D. Lo ha deciso l'assemblea dei lavoratori dell'Aras in liquidazione dopo l'assemblea che si e' tenuta ieri a Tramatza (Or). Una decisione che arriva all'indomani dell'apertura gia' maturata dopo il primo incontro tra i vertici sindacali e i due nuovi commissari liquidatori nominati dal Tribunale di Cagliari.

LA DECISIONE. "In base a quanto deciso dalla maggioranza dell'assemblea tenutasi a Tramatza, i lavoratori dell'Aras in liquidazione, in sciopero continuativo da 5 settimane, manifestano una prudente apertura nella vertenza che li vede loro malgrado coinvolti e pertanto revocheranno lo stato di sciopero - dicono Osvaldo Ibba, segretario regionale Confederdia e Paola Naitana, rappresentante gruppo sit-in - la forte presa di posizione del potere giudiziario che ha nominato, in sostituzione dei precedenti liquidatori, due figure terze qualificate non pu=C3² che essere accolta con favore da chi lavora tutti i giorni nel territorio ed e' seriamente preoccupato per le temibili conseguenze della situazione di stallo che si =C3=A8 venuta a creare, non solo per i dipendenti, ma anche per gli imprenditori zootecnici gia' fortemente penalizzati dalle problematiche attuali del settore=E2?=9D.

DALL'INCONTRO CON I COMMISSARI ALL'APERTURA. A risultare decisiva per la scelta dei lavoratori di riprendere il lavoro e' stata =E2?=9Cl'immediata convocazione dei rappresentanti sindacali da parte dei nuovi commissari liquidatori - dicono Naitana e Ibba - questo e' indicativo della volonta' di costruire un percorso che faccia ripartire il sistema per condurlo alla sua naturale evoluzione: l'applicazione della legge 3/2009, anche per evitare che in futuro si possano creare situazioni deprecabili come quella che stiamo vivendo da alcuni anni e che e' degenerata negli ultimi mesi=E2?=9D. Resta lo stato di agitazione "anche per tenere alta l=E2?=99attenzione sul tavolo tecnico interministeriale che si pronuncer=C3=A0 a breve sulla richiesta di deroga, inoltrata dalla Regione Sardegna, per il superamento dei limiti assunzionali nella Pubblica Amministrazione=E2?=9D, aggiungono i sindacati e il gruppo sit-in. Il sindacato Aras fa sapere che =E2?=9Ci dati di Laore per i pagamenti non sono stati ancora trasmessi non solo per via dello sciopero, ma soprattutto perch=C3© la banca dati del sito Laore ha iniziato a funzionare solo nei primi giorni di agosto, quando la maggior parte dei lavoratori si trovava in ferie=E2?=9D.

LE RICHIESTE: PAGAMENTI E NOMINA DIRETTORE TECNICO. Ma nonostante la decisione della ripresa dei lavori, restano sul tavolo le richieste dei lavoratori, condivise anche ieri in assemblea. =E2?=9CI tecnici esigono che immediatamente venga firmata la richiesta di finanziamento che Laore si e' detta pronta a pagare e dovrebbe coprire 2 mensilita' - sottolineano Ibba e Naitana - per quanto riguarda invece le altre 3 mensilita' (ad oggi), insistono affinch=C3© vengano saldate nel piu' breve tempo possibile. Continuano infatti a permanere le gravi condizioni economiche che non possono essere colmate con l'accreditamento di due stipendi - aggiungono - che impedirebbero comunque la prosecuzione del lavoro se non per un brevissimo periodo". Altra priorita' evidenziata nel corso dell'assemblea e giudicata "indispensabile per una proficua ripresa delle attivita' dell'Aras" =C3© la nomina di un direttore tecnico "indipendente e super partes, che non abbia nessuna aderenza con le passate amministrazioni e che persegua le nuova direttive indicate dai liquidatori=E2?=9D.

RIPRESA DEL LAVORO E ALTA ATTENZIONE. La ripresa del lavoro secondo i lavoratori =E2?=9C i e' resa anche necessaria per favorire la chiamata in servizio dei colleghi con contratto a tempo determinato, il cui prezioso intervento e' funzionale alla riuscita della Misura comunitaria 14 sul Benessere degli animali - concludono Ibba e Naitana - l'assemblea comunque si riserva, qualora sulla questione stipendi non si addivenisse nei tempi ipotizzati alla corresponsione delle mensilita' arretrate, di riprendere la protesta con modi e tempi che riterra' piu' opportuni". (CHARTABIANCA) red =C2© Riproduzione riservata agricoltura imprese
Powered by:bizConsulting