ARAS: OK GIUNTA ATTO INDIRIZZO, NECESSARI ACCORDI LAORE-AGRIS PER LAVORATORI, LABORATORIO OR; LA DELIBERA

12 Gennaio 2021 ore 08:58

ARAS: OK GIUNTA ATTO INDIRIZZO, NECESSARI ACCORDI LAORE-AGRIS PER LAVORATORI, LABORATORIO OR; LA DELIBERA

(CHB) - Cagliari, 11 gen 2021 - Definire e sottoscrivere dove allocare i tecnici e amministrativi di Aras che non trovano posto nelle sedi dell'agenzia Laore, attraverso accordi necessari con i commissari liquidatori dell'associazione allevatori "per garantire la continuitaÌ? del servizio di assistenza tecnica alla aziende zootecniche della Sardegna". Ma anche definire e sottoscrivere accordi necessari per acquisire la disponibilitaÌ? dei locali del laboratorio di analisi e delle attrezzature e apparecchiature anche a titolo oneroso. Sono alcuni degli indirizzi impartiti dalla Regione sulla vicenda Aras.

LA DELIBERA. Dopo l'approvazione della legge, a fine 2020, che definiva le tappe per il passaggio dei lavoratori in Laore, la Giunta ha anche approvato una delibera che detta l'atto di indirizzo per risolvere alcune delle problematiche ancora aperte. Con l'atto, approvato dall'esecutivo su proposta dell'assessore dell'Agricvoltu, Gabriella Murgia, si prevede anche che "i costi dovranno trovare copertura nel bilancio dell'agenzia Laore, fatta salva la possibilitaÌ? di prevedere l'adeguata copertura nell'ambito degli stanziamenti previsti dalla manovra di bilancio della Regione per gli anni 2021-2023". Infine la delibera, siglata dal presidente della Regione, Christian Solinas, dà mandato al commissario di Agris, di acquisire la gestione tecnica e operativa del laboratorio di analisi del latte di Oristano, sottoscrivendo un apposito accordo con Laore.

DIPENDENTI. Sul fronte dipendenti, risultavano in servizio all'Aras 276 assunti con contratto a tempo indeterminato, per un costo complessivo di 12,6 milioni di euro che rappresentano il contingente massimo di personale assumibile per l'esercizio delle funzioni di assistenza tecnica alle aziende zootecniche. A Laore era stato assegnato un contributo annuo di 11,6 milioni per sopperire all'incremento della spesa di personale che l'agenzia dovraÌ? sostenere. L'importo "costituisce il limite finanziario per la programmazione dei fabbisogni per l'esercizio delle funzioni di assistenza tecnica alle aziende zootecniche e per le funzioni collegate e strumentali, come le attivitaÌ? di laboratorio e quelle tecniche e amministrative, strumentali e di supporto", si legge nella delibera.

UFFICI. Collegata al personale c'è la questione uffici. Su questo l'agenzia Laore ha già predisposto un programma di razionalizzazione degli spazi a disposizione nei propri uffici. Questo, spiega l'assessore, "garantisce una adeguata sistemazione per 128 dei tecnici e amministrativi da assumere. La restante parte di personale sempre da assumere, deve trovare la necessaria sistemazione logistica negli immobili di proprietaÌ? Aras, gravati dal vincolo di retrocessione a favore dell'amministrazione regionale - spiega Murgia - eÌ? emersa la massima disponibilitaÌ? sulla possibilitaÌ? di utilizzare i beni strumentali, immobili e mobili, ex Aras per garantire la continuitaÌ? del servizio agli allevatori che peroÌ? eÌ? anche fortemente limitata dalle norme che regolano la procedura liquidatoria". I beni, infatti, seppur gravati dal vincolo di destinazione a favore della Regione, sono nella disponibilitaÌ? della gestione liquidatoria che, nella formalizzazione della retrocessione, si eÌ? resa disponibile alla stipula di un contratto di comodato di sei mesi, con la condizione che Laore provveda al rimborso dell'Imu, oggi a carico della gestione liquidatoria. Attualmente, ricorda l'assessore "Laore ha la disponibilitaÌ? finanziaria per fare fronte alle richieste della gestione liquidatoria, ma eÌ? necessario dare pieno mandato, alla stessa agenzia, di attivare tutte le necessarie iniziative per garantire un assetto non precario delle sedi di lavoro destinate ad accogliere il nuovo personale".

LABORATORIO ORISTANO. Situazione delicata anche per il laboratorio Aras di Oristano. "ll laboratorio di analisi rappresenta un caso particolare che necessita di alcune soluzioni gestionali specifiche, data la peculiaritaÌ? del servizio che questo eroga e percheÌ=81 anche per esso si ravvisa la necessitaÌ? che lo stesso servizio continui ad essere erogato senza nessuna interruzione", ribadisce Murgia.
L'edificio che ospita il laboratorio eÌ? costruito, a Oristano, su un terreno di proprietaÌ? dell'ex Istituto Zootecnico e Caseario per la Sardegna, poi confluito nell'agenzia Agris ed eÌ? in uso all'Aras sulla base di un comodato d'uso sino al 2033 quando torneraÌ? nella disponibilitaÌ? della Regione, una volta reso libero degli arredi e delle attrezzature ed apparecchiature. Questo, ricorda l'assessore "potraÌ? avvenire solamente una volta conclusa la procedura di vendita delle attrezzature e apparecchiature che le gestione liquidatoria di Aras effettueraÌ? secondo le procedure di legge - continua - ma per quanto riguarda la gestione del laboratorio eÌ? previsto che anche l'attivitaÌ? transiti all'agenzia Laore diventando strumentale a una propria nuova attivitaÌ?. Per questo Laore acquisirà anche il personale impiegato nel laboratorio e avraÌ? a disposizione anche le risorse finanziare per le relative spese".

MACCHINARI. Tra le altre questioni, ricorda anche Murgia, "devono essere risolti alcuni aspetti relativi alle attrezzature e apparecchiature necessarie per le analisi, ai locali, noncheÌ=81 alla gestione tecnico operativa dello stesso laboratorio". Su queste, compresi arredi e corredi del laboratorio, rimangono nella disponibilitaÌ? della liquidazione a tutela dei creditori di Aras. "L'agenzia Laore ha avviato anche delle interlocuzioni con i commissari liquidatori per trovare un accordo che contemperi i diversi interessi con una possibile locazione, per sei mesi, a titolo oneroso delle attrezzature, dei macchinari e degli arredi del laboratorio, per garantire la funzionalitaÌ? - ricorda l'assessore - cioÌ? in attesa che le attrezzature e apparecchiature vengano vendute dalla gestione liquidatoria di Aras".

AGRIS. Impegnata nella gestione della vicenda anche Agris. "Laore - ricorda Murgia - non possiede oggi la conoscenza e l'esperienza nella gestione operativa e tecnica di un laboratorio di analisi che invece sono propri di Agris. Risulta necessario che la stessa agenzia venga coinvolta e si faccia carico della gestione tecnica e operativa dello stesso laboratorio, rimanendo tuttavia a carico di Laore gli oneri amministrativi e i costi dello stesso laboratorio". Il coinvolgimento di Agris è legato anche al mantenimento del requisito di accreditamento del laboratorio all'ente certificatore di riferimento, necessario per poter erogare i propri servizi, la cui scadenza eÌ? prevista per il 30 giungo 2021. Su questo le due agenzie potranno sottoscrivere un apposito accordo. "Questa proposta rappresenta una concreta possibilitaÌ? di assicurare la continuitaÌ? operativa del laboratorio - conclude Murgia - per questo servirà dare mandato a Laore di promuovere e concretizzare tutte le iniziative possibili con i conseguenti atti necessari e prevedendo di individuare all'interno del proprio bilancio le necessarie risorse finanziarie".(CHARTABIANCA) mpig =C2© Riproduzione riservata regione agricoltura
Powered by:bizConsulting