EXPORT: OK CONSIGLIO UE AD ACCORDO COL VIETNAM: VIA DAZI DOGANALI E TUTELA 169 PRODOTTI ALIMENTARI IG

28 Giugno 2019 ore 08:00

EXPORT: OK CONSIGLIO UE AD ACCORDO COL VIETNAM: VIA DAZI DOGANALI E TUTELA 169 PRODOTTI ALIMENTARI IG

(CHB) - Bruxelles, 27 giu 2019 - Il Consiglio dei Ministri ha approvato ieri gli accordi commerciali e di investimento tra UE e Vietnam, aprendo la strada alla loro firma e conclusione. Domenica 30 giugno ad Hanoi la Commissaria UE per il Commercio, Cecilia Malmstr=C3=B6m, e il ministro rumeno per le Imprese, il commercio e l'imprenditoria, È=98tefan-Radu Oprea, firmeranno l'accordo per conto dell'UE. I vantaggi per le imprese , i consumatori e i lavoratori europei e vietnamiti si annunciano senza precedenti; al contempo gli accordi promuoveranno il rispetto dei diritti dei lavoratori, la protezione dell'ambiente e la lotta contro i cambiamenti climatici nel quadro dell'accordo di Parigi.

LE NOVITA'. L'accordo commerciale sopprimera' progressivamente quasi tutti i dazi doganali sulle merci oggetto di scambi tra le due parti nel pieno rispetto delle esigenze di sviluppo del Vietnam. Oltre a garantire la protezione, in Vietnam, di 169 prodotti alimentari e bevande tradizionali europei riconosciuti come indicazioni geografiche, l'accordo prevede anche disposizioni specifiche per il superamento degli ostacoli tecnici, ad esempio nel settore automobilistico. Grazie all'accordo, le imprese dell'UE potranno inoltre partecipare alle gare d'appalto in Vietnam alle stesse condizioni delle imprese nazionali.
Oltre alle opportunita' economiche offerte nel quadro dell'accordo, UE e Vietnam hanno concordato misure rigorose per uno sviluppo sostenibile, tra cui l'impegno ad attuare efficacemente l'accordo di Parigi sul clima. L'accordo impegna inoltre le due parti a rispettare e attuare in modo efficace i principi dell'Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) in materia di diritti fondamentali dei lavoratori. A tal fine il Vietnam ha recentemente ratificato la Convenzione dell'OIL sulla contrattazione collettiva e notificato all'UE l'intenzione di ratificare, al piu' tardi entro il 2023, le due restanti convenzioni fondamentali dell'OIL. Al contempo, il Vietnam sta procedendo a rafforzare la propria legislazione in materia di lavoro. L'accordo istituisce inoltre apposite piattaforme per coinvolgere la societa' civile, nell'UE e in Vietnam, nell'attuazione di tali impegni.

DIRITTI UMANI. L'accordo commerciale prevede anche un legame istituzionale e giuridico con l'accordo di partenariato e cooperazione UE-Vietnam, che consente di adottare misure adeguate in caso di violazioni dei diritti umani.
L'accordo sulla protezione degli investimenti prevede norme moderne in materia di protezione degli investimenti applicabili attraverso il nuovo sistema giurisdizionale per gli investimenti e garantisce che il diritto dei governi di entrambe le parti di legiferare nell'interesse dei loro cittadini sia preservato. Esso sostituira' gli accordi bilaterali in materia di investimenti attualmente in vigore tra il Vietnam e 21 Stati membri dell'UE, prevedendo nuove garanzie giuridiche che prevengono i conflitti di interessi e aumentano la trasparenza.

TAPPE. A seguito dell'approvazione del Consiglio, gli accordi saranno prima firmati dall'UE e dal Vietnam e poi presentati al Parlamento europeo per approvazione. Dopo quest'ultimo passo il Consiglio potra' ufficialmente concludere l'accordo commerciale, che entrera' quindi in vigore. Dal canto suo, l'accordo sulla protezione degli investimenti dovra' prima essere ratificato dagli Stati membri secondo le rispettive procedure interne.

IL MERCATO DEL VIETNAM. Il Vietnam e' il secondo partner commerciale dell'UE nella regione dell'ASEAN dopo Singapore: gli scambi di merci ammontano a 49,3 miliardi di =E2=82=AC e quelli di servizi a 3 miliardi di =E2=82=AC. Sebbene gli investimenti dell'UE rimangano modesti (solo 6 miliardi di =E2=82=AC nel 2017), sempre piu' imprese europee decidono di stabilirsi in Vietnam come snodo strategico destinato a servire la regione del Mekong. Fra le principali importazioni dal Vietnam nell'UE figurano apparecchiature di telecomunicazione, calzature e prodotti tessili, arredamento e prodotti alimentari. Invece l'UE esporta in Vietnam soprattutto macchinari e attrezzature di trasporto, prodotti chimici, alimenti e bevande.
Gli accordi raggiunti con il Vietnam, insieme a quelli recentemente siglati con Singapore, contribuiscono a preparare il terreno per un futuro accordo interregionale con l'intera Associazione delle Nazioni del Sud-Est Asiatico (ASEAN). (CHARTABIANCA) red =C2© Riproduzione riservata agricoltura
Powered by:bizConsulting