La coltivazione della canapa come opportunità di sviluppo per le imprese agricole

31 Luglio 2019 in Attività Federazione Regionale

Incontro promosso da Confagricoltura Nuoro

Il 30 giugno u.s. presso la Confagricoltura di Nuoro si è tenuto un incontro per discutere della coltivazione della canapa, in particolare sugli aspetti normativi e sulle tecniche agronomiche e colturali.

La dott.ssa Roberta Papili, del Servizio Sviluppo sostenibile e innovazione Confagricoltura, ha fatto una panoramica sul quadro normativo vigente a partire dalla Legge 242/16 fino al “Disciplinare di produzione delle infiorescenze di Cannabis Sativa L. in Italia” sottoscritto il 12.07.2018 da Confagricoltura, CIA - Agricoltori Italiani e Federcanapa. Alla luce della recente sentenza della Corte di Cassazione del 30 maggio 2019 e in attesa di conoscere le motivazioni della sentenza, ha illustrato quelle che sono le opportunità ma anche i rischi e le tutele da mettere in campo in merito alla coltivazione e commercializzazione della canapa.

Ha evidenziato come Confagricoltura proseguirà la propria azione per avere un quadro normativo ed interpretativo chiaro con particolare riferimento alle infiorescenze destinate ad uso alimentare e cosmetico e nello stesso tempo promuoverà l’applicazione del Disciplinare di produzione delle infiorescenze, per assicurare una sempre maggiore qualità e tracciabilità della produzione di infiorescenza di canapa industriale.

Infine ha sottolineato la necessità di:

-          lavorare per avere una legislazione unica per l’estrazione di principi attivi della canapa a fini agroalimentari e parafarmaceutici.  Attualmente ogni paese UE ha una normativa diversa e quindi ci sono limiti allo sviluppo commerciale all’interno dell’unione europea.

-          modificare la norma che limita il tenore di THC (sostanza psicoattiva) della pianta allo 0.2%. La nuova norma dovrebbe aumentare i livelli di THC almeno a 0,3%. Per gli agricoltori, infatti, sostenere lo 0,2% è difficilissimo, significa che molti raccolti sono fuori norma e in più c’è un regime di concorrenza impari con i paesi che hanno adottato il limite superiore. Questioni da discutere nella nuova PAC 2020-2027).

Il prof. Pier Paolo Roggero, dell’Università di Sassari, ha sottolineato l’importanza di costruire una filiera della canapa coinvolgendo le diverse figure interessate: agricoltori, industriali, enti di ricerca, università.

Il prof. Giacomo Patteri, collaboratore del prof. Roggero, ha focalizzato il suo intervento sugli aspetti agronomici e sulla difficoltà della raccolta meccanizzata. Ha evidenziato la necessità di sviluppare la ricerca e la sperimentazione.

Powered by:bizConsulting