Consiglio Economia e Finanza

16 Aprile 2020 in Politiche agricole

Adottato il bilancio rettificativo dell'UE per il 2020 in favore della lotta al Covid-19

II Consiglio dell’UE ha adottato, mediante procedura scritta, due proposte che modificano il bilancio dell'UE per il 2020 al fine di liberare fondi per rispondere alla crisi causata dal Covid-19.
Gli impegni sono stati complessivamente aumentati di 3,57 miliardi di euro e ammontano a 172,2 miliardi di euro. I pagamenti sono stati aumentati di 1,6 miliardi di euro, raggiungendo un totale di 155,2 miliardi di euro.
 
“Il bilancio riveduto dell'UE per il 2020 sblocca risorse essenziali per affrontare le sfide senza precedenti cui si trovano di fronte l'UE e gli Stati membri. La nostra priorità assoluta è aiutare i sistemi sanitari nazionali ad affrontare l'epidemia di Covid-19. Questi fondi saranno utilizzati per finanziare forniture mediche, costruire ospedali da campo e trasferire pazienti in vista della loro cura in altri Stati membri.” Zdravko Maric, vice primo ministro e ministro delle Finanze della Croazia.
 
Il progetto di bilancio rettificativo n. 1 aumenta gli impegni di 567 milioni di euro e i pagamenti di 77 milioni di euro.
 
  • 115 milioni di EUR sono destinati al cofinanziamento di misure volte a contrastare l'epidemia di Covid-19. Si tratta di aiutare gli Stati membri a rimpatriare i cittadini bloccati nonché a ottenere dispositivi di protezione individuale tramite appalti congiunti. 3,6 milioni di EUR supplementari sono destinati al rafforzamento del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC);
  • 350 milioni di EUR saranno messi a disposizione per aiutare la Grecia a far fronte all'aumento della pressione migratoria. I fondi saranno utilizzati per sviluppare strutture di accoglienza e rafforzare i sistemi e le procedure di asilo, nonché migliorare la protezione delle frontiere esterne della Grecia e della Bulgaria. Alcune di queste misure contribuiranno anche alla lotta contro la Covid-19, dato che migranti e rifugiati rappresentano un gruppo estremamente vulnerabile;
  • 100 milioni di EUR sono stanziati per sostenere la ricostruzione in Albania a seguito del terremoto che ha colpito il paese il 26 novembre 2019;
  • altri adeguamenti di entità minore riguardano la Procura europea, la Corte dei conti europea e il Mediatore europeo.
 
Qui in allegato il Progetto di bilancio rettificativo (PBR) n. 1/2020.
 
Il progetto di bilancio rettificativo n. 2 assegna un importo supplementare di 3 miliardi di EUR in impegni e di 1,53 miliardi di EUR in pagamenti per lottare contro la pandemia di Covid-19.
2,7 miliardi di EUR saranno utilizzati per finanziare la fornitura di sostegno sanitario di emergenza, come la costituzione di scorte di risorse essenziali e la relativa distribuzione, la creazione di ospedali da campo e il trasporto transfrontaliero di pazienti.
 
Tali azioni saranno gestite tramite lo strumento per il sostegno di emergenza, creato nel 2016 per far fronte al massiccio afflusso di rifugiati in Grecia. A tal fine il Consiglio ha adottato in parallelo un regolamento per riattivare lo strumento per il sostegno di emergenza e ampliarne l'ambito di applicazione.
I restanti 300 milioni di EUR saranno utilizzati per aumentare le capacità di costituzione di scorte, di coordinamento e di distribuzione di forniture mediche essenziali, quali dispositivi di protezione e ventilatori. Tali misure saranno finanziate mediante il meccanismo di protezione civile dell'Unione/rescEU.
 
Qui in allegato il Progetto di bilancio rettificativo (PBR) n. 2/2020 e il  Regolamento del Consiglio che attiva il sostegno di emergenza a norma del regolamento (UE) 2016/369 e che ne modifica disposizioni.
 
Finanziamento
Il bilancio rettificativo aumenta di 3,4 miliardi di EUR gli impegni a titolo della rubrica 3 (Sicurezza e cittadinanza) del quadro finanziario pluriennale (QFP). Questo importo sarà finanziato mediante gli strumenti speciali esistenti che l'UE può mobilitare per far fronte a eventi imprevisti, in particolare:
 
  • il margine globale per gli impegni per un importo pari a 2,4 miliardi di EUR
  • lo strumento di flessibilità per un importo pari a 316 milioni di EUR
  • il margine per imprevisti per il saldo di 714,6 milioni di EUR
 
Gli impegni a titolo della rubrica 4 (Europa globale) sono stati aumentati di 145 milioni di EUR nel bilancio rettificativo. Tale importo è finanziato dal margine non assegnato disponibile a titolo di questa rubrica (248 milioni di EUR).
Di conseguenza, il margine globale per gli impegni e lo strumento di flessibilità sono completamente esauriti. A tal scopo il Consiglio ha adottato una modifica del regolamento relativo al QFP che elimina le restrizioni relative alla portata del margine globale per gli impegni. Il Consiglio ha anche adottato una proposta volta ad adeguare gli importi mobilitati a titolo dello strumento di flessibilità nonché una proposta volta a utilizzare il margine per imprevisti.
 
Qui in allegato i seguenti documenti:
 
Prossime fasi
Durante la plenaria del 16 e 17 aprile 2020 il Parlamento europeo dovrebbe approvare la sua posizione sulle due proposte di bilancio rettificativo. Una volta raggiunto un accordo, il bilancio sarà adottato. Il Parlamento europeo approverà anche la propria posizione sulle tre proposte relative agli strumenti finanziari speciali.
 
FONTE: Consiglio dell’UE 14.04.2020

Powered by:bizConsulting