Parte il censimento agricolo, per la prima volta coinvolti i Caa

12 Gennaio 2021 in Politiche agricole

Il censimento dovrà concludersi entro il 30 giugno 2021

Parte il settimo censimento generale dell’agricoltura che servirà a capire come sta cambiando il settore agricolo anche in considerazione dell’emergenza Covid e al suo impatto sull’economia italiana raccogliendo i dati indispensabili alle future politiche di sviluppo di un comparto strategico per gli approvvigionamenti alle famiglie, per l’export e per la sovranità alimentare del Paese.

Per la prima volta le imprese agricole potranno rivolgersi ai Caa (Centri di Assistenza Agricola) -  che grazie ad una profonda conoscenza della realtà agricola potranno contribuire, svolgendo le interviste che costruiscono il censimento, a realizzare la fedele fotografia del patrimonio agroalimentare del Paese -  per l'assistenza e il supporto nella compilazione dei questionari Istat in formato esclusivamente digitale.

Tale attività di assistenza è un ulteriore esempio di attività di affiancamento delle imprese che la legge assegna ai Caa in un’ottica di semplificazione dei rapporti con la Pubblica Amministrazione e di supporto per gli adempimenti burocratici.

I dati richiesti serviranno per conoscere le caratteristiche generali delle aziende agricole italiane, l'utilizzo dei terreni, la consistenza degli allevamenti, la forza lavoro utilizzata ed eventuali attività connesse.

Il censimento dovrà concludersi entro il 30 giugno 2021.

 

Powered by:bizConsulting