Posta Elettronica Certificata (PEC) obbligatoria per le aziende agricole

23 Maggio 2013 in Politiche agricole

La scadenza è fissata per il 30 giugno 2013

L'articolo 5 della Legge n. 221/2012 ha esteso l'obbligo, per le imprese individuali, aziende agricole incluse, di dotarsi di una Posta Elettronica Certificata (PEC) per l'iscrizione nel Registro delle Imprese e disponendo, per le imprese già attive, (comprese le aziende agricole in regime di esonero Iva iscritte alla Camera di Commercio), di adeguarsi al nuovo obbligo entro il 30 giugno 2013.

La posta elettronica certificata è un e-mail che garantisce ora e data di spedizione e di ricezione, provenienza ed integrità del contenuto. La PEC consente di inviare e ricevere messaggi con lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento.

Pertanto, a partire dal 1 luglio 2013, tutte le informative, dichiarazioni, scambi di informazioni, richiesta documenti ecc., tra imprese di qualunque forma e natura e la pubblica amministrazione dovranno essere effettuati esclusivamente tramite posta elettronica certificata.

Confagricoltura, allo scopo di fornire un supporto all'applicazione di questo strumento, ha sottoscritto con InfoCert, ente gestore di posta elettronica certificata del gruppo Infocamere – UnionCamere, una convenzione per la gestione centralizzata del servizio.

L'Organizzazione svolgerà un ruolo di intermediario per l'attivazione e distribuzione delle caselle attraverso l'applicazione web messa a disposizione da InfoCert.

In aggiunta all'attivazione di caselle PEC, Confagricoltura può anche offrire ai propri associati un servizio di riscontro e gestione in entrata e in uscita della corrispondenza PEC di ciascuna azienda agricola aderente.

Gli uffici territoriali Confagricoltura sono a completa disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento e per acquisire ufficialmente le adesioni delle aziende interessate entro e non oltre il 28 giugno 2013.

Powered by:bizConsulting