Reale Mutua in partnership strategica per il settore agricolo con Confagricoltura

5 Dicembre 2018 in Politiche agricole

Siglato oggi l'accordo che favorirà lo sviluppo dell'economia agricola nazionale

Reale Mutua e Confagricoltura rinnovano oggi a Roma, presso la sede dell’Associazione, ovvero il Cinquecentesco palazzo del Cardinale Andrea della Valle, un importante accordo di partnership per ulteriori 3 anni (scadenza 2021), finalizzato ad offrire un notevole contributo allo sviluppo delle politiche agricole in Italia e, in particolare, a favorire concretamente la solidità e la continuità del reddito delle imprese associate alla Confederazione.
 
La collaborazione consentirà la progettazione e la realizzazione di una serie di strumenti e prodotti in grado di supportare, in modo specifico, le esigenze delle aziende agricole nazionali in materia di garanzie e servizi assicurativi. Obiettivo dell’accordo è anche quello di favorire lo sviluppo di una sistematica politica di prevenzione e riduzione delle possibili fonti di rischio, che gli imprenditori del comparto corrono nello svolgimento delle loro attività.
 
«Il mondo agricolo continua a svolgere un ruolo di rilievo nell'economia italiana e Reale Mutua, fin dalla sua nascita, è focalizzata sul comparto -. Ha dichiarato Luca Filippone, Direttore Generale di Reale Mutua – Con questo accordo vogliamo, insieme a Confagricoltura, imprimere un forte impulso al cambiamento già in atto e fornire a tutte le aziende associate una consulenza assicurativa curata e personalizzata, oltre a progettare e a diffondere specifiche convenzioni in grado di rendere più agevole e competitivo l’accesso alla nostra gamma prodotti di alto valore assicurativo».
«Sono aumentati, in una società evoluta sotto l'aspetto tecnologico e mercantile come quella agricola - ha detto Massimiliano Giansanti, Presidente di Confagricoltura - i problemi di vulnerabilità e le imprese hanno bisogno di acquisire livelli di sicurezza sempre più elevati e diffusi. Gli imprenditori agricoli hanno un nuovo concetto di rischio e pensano in modo diverso alla tutela assicurativa, che non consiste più solamente nello stipulare polizze, pagare i relativi premi e riscuotere gli indennizzi, quanto piuttosto nell’ assicurare una gestione razionale e integrata di tutti i rischi dell’azienda, intesa come centro di produzione e di reddito».

Powered by:bizConsulting