Osservazioni di Confagricoltura sullo stato della produzione dei vaccini stabulogeni in Sardegna

14 Giugno 2019 in Zootecnia

Bloccata la produzione. Trovare subito soluzioni

 

Il laboratorio Vaccini Batterici dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sardegna ogni anno produce e distribuisce, in esclusiva, circa 1.500.000 dosi di vaccini stabulogeni per animali. Questi vaccini rappresentano un servizio sanitario strategico nella prevenzione e nel controllo di alcune delle più importanti patologie degli animali da reddito della Sardegna e del continente. Dal 5 giugno u.s., a causa della mancanza di sostanze reagenti indispensabili, l’IZS ha bloccato la produzione dei vaccini.

Proprio in questo periodo dell’anno, in Sardegna, si effettuano molte profilassi vaccinali su ovini e caprini, che risultano fondamentali per contrastare patologie come mastiti, aborti e polmoniti nelle greggi.

L’attuale interruzione della produzione può provocare gravi danni al patrimonio zootecnico isolano.

Questa interruzione, del tutto prevedibile in quanto era nota da mesi la mancanza dei reagenti, è aggravata dal mancato avviso agli utenti, col conseguente accumulo di richieste, pagate e inevase.

Denunciando l’episodio, Confagricoltura Sardegna chiede che l’IZS trovi subito soluzioni che ripristino il servizio nell’immediato, ma anche che evitino che situazioni simili possano ripetersi in futuro, magari predisponendo un semplice piano di programmazione annuale dell’acquisto dei reagenti. Tutto questo a tutela del patrimonio zootecnico e degli allevatori sardi. 

 

Powered by:bizConsulting