Categories: Archivio, Zootecnia

Condividi

Categories: Archivio, Zootecnia

Condividi

Gli allevatori sono fortemente preoccupati per l’imminente scadenza che impone l’iscrizione all’anagrafe ovicaprina dei singoli capi. Il Decreto ministeriale 1922 del 20 marzo 2015 (art. 4 comma 7 ha stabilito, infatti, come termine ultimo per la registrazione individuale dei capi ovinicaprini il 30 novembre 2015.

 La preoccupazione non è di tipo sanitario ma economico, in quanto mentre per le Asl ai fini veterinari è sufficiente la registrazione del gregge, come avveniva fino allo scorso anno, per accedere ai premi previsti dalla PAC e dal  PSR 2014–2020 è necessario aggiornare la Banca Dati Nazionale dell’Anagrafe Zootecnica, completando la registrazione individuale dei capi entro la data del 30 novembre.

 Confagricoltura Sardegna prende atto della disponibilità sia dell’Assessorato alla Sanità – che a partire dal 12 ottobre metterà a disposizione degli allevatori un file di semplice compilazione in cui verranno caricati alcuni dati relativi ai capi presenti in azienda che si interfaccierà con la BDN – sia dell’Aras, che attraverso le Apa, si è impegnata ad occuparsi del caricamento dei dati sul file.

 La disponibilità di questi soggetti potrà sicuramente contribuire a raggiungere lo scopo, ma è necessario convocare urgentemente un incontro con tutte le componenti interessate per definire un percorso condiviso e tutti gli aspetti tecnici, affinché entro la data stabilita dal DM tutti gli allevatori isolani siano in regola con la registrazione individuale e non vadano incontro al rischio di dovere rinunciare ai premi comunitari.

 

Notizie correlate

Vedi tutte
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto