Categories: Archivio, Documenti

Condividi

Categories: Archivio, Documenti

Condividi

Le conseguenze dell’embargo russo sono molto pesanti, sia per l’agricoltura, sia per l’industria alimentare, essendo il valore dell’export agroalimentare del nostro Paese verso la Russia (bevande escluse) più che raddoppiato negli ultimi anni, fino a raggiungere, nel 2013 (ultimo anno prima dell’embargo), i 485 milioni di euro, pari all’1,9% del complessivo di settore. Si stima che nel 2015 (primo anno soggetto interamente all’embargo) il valore risulterà dimezzato.

Leggi il bollettino del Centro Studi allegato.

Notizie correlate

Vedi tutte
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto