Categories: Archivio, PSA

Condividi

Categories: Archivio, PSA

Condividi

 Nella riunione tenutasi in occasione di Italpig presso la Fiera di Cremona, Agrinsieme (il coordinamento tra Cia, Confagricoltura, Alleanza delle cooperative agroalimentari) ha fatto il punto sulla tenuta del settore suinicolo, che sta vivendo una drammatica situazione, con prezzi in flessione (a settembre le quotazioni sono continuate a calare marcando una flessione dell’8% rispetto al mese precedente e superiore al 16% rispetto a settembre dello scorso anno) e con un export che, seppure in crescita, non consente di far risalire la china.
 
Agrinsieme ha indicato le priorità per superare l’emergenza: 
 
·         approvare e concretizzare il Sistema Qualità Nazionale (SQN) per la certificazione delle produzioni;
·         l’assoluta necessità di considerare le proposte del coordinamento di Agrinsieme relative alla revisione del “decreto salumi” del 2005 che stanno assumendo un contorno politico che va ben al di là degli aspetti tecnici della definizione delle produzioni della nostra salumeria;
·         discutere subito – nell’ambito del tavolo nazionale di filiera ed evitando pericolose fughe in avanti –  le principali criticità relative alla programmazione produttiva del comparto;
–        salvaguardare le iniziative nel campo della macellazione appena avviate dagli allevatori, unitamente alle imprese cooperative che operano nel settore.
 
“E’ questo un percorso strategico essenziale – ha concluso il coordinamento di Agrinsieme – dal quale non possiamo prescindere e che va fatto con le rappresentanze del mondo allevatoriale che più volte e su più aspetti hanno già sollecitato il ministero per le Politiche agricole ad un diretto e incisivo intervento”.

Notizie correlate

Vedi tutte
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto