Categories: Archivio, Pol. Agricole

Condividi

Categories: Archivio, Pol. Agricole

Condividi

“L’obbligo di indicare in etichetta lo stabilimento di produzione dei cibi è un preciso segnale di sostegno alle produzioni agroalimentari del nostro Paese che si distinguono per qualità e sicurezza e che devono puntare sempre più sull’internazionalizzazione. Potendo contare su un quadro normativo certo e chiaro". Lo ha sottolineato il presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti, in relazione al decreto legislativo sull’etichettatura approvato oggi in Consiglio dei ministri.
 
“Siamo favorevoli  – ha proseguito Giansanti – che in etichetta vengano fornite il maggior numero possibile di informazioni, puntuali e trasparenti, a tutela del consumatore e della qualità di un prodotto che le nostre imprese devono e vogliono vedere competitivo su scala globale". 
 
“Questo decreto è dunque di importanza certa, ma è necessario  – ha concluso il presidente di Confagricoltura – che il sistema dell’etichettatura in tutti i suoi aspetti, in virtù della vocazione internazionale della nostra attività d’impresa, venga regolamentato a livello europeo”.

Notizie correlate

Vedi tutte
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto