Categories: Archivio, Pol. Agricole

Condividi

Categories: Archivio, Pol. Agricole

Condividi

“Il ripristino  del sostegno accoppiato per soia, grano duro e risone da seme,  per la campagna in corso è un fatto molto positivo. Sono state accolte le  sollecitazioni espresse dalla mia Organizzazione, da ultimo al presidente del Consiglio Gentiloni (in qualità di ministro agricolo ad interim),  e già agli inizi di aprile agli uffici del ministero e ad Agea”. Lo ha sottolineato il presidente di Confagricoltura Massimiliano Giansanti.
 
La decisione di escludere le colture da seme dal sostegno accoppiato era – ad avviso di Confagricoltura – ingiustificata e, oltre tutto, era stata assunta senza una preventiva informazione, determinando gravi danni ai produttori.
 
“Abbiamo sempre sostenuto – ha concluso il presidente di Confagricoltura – che le peculiarità economiche e di mercato del riso e del grano da seme nonché delle altre colture escluse, consigliassero il mantenimento dei pagamenti diretti. Da ciò le nostre precise proteste e istanze. Ora finalmente si torna alla normalità”.

Notizie correlate

Vedi tutte
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto