Condividi

Condividi

Cagliari, 17 settembre 2022 – “La salute e il verde / Il verde e la salute” è il titolo del “Libro Bianco del Verde” che Assoverde e Confagricoltura presenteranno a Cagliari il prossimo 20 settembre, al T Hotel (via dei Giudicati, 66) a partire dalle ore 9 e fino alle 13:30, nel corso di un convegno. Si tratta della sesta tappa regionale del percorso del “Libro Bianco del Verde”, che segue gli eventi nazionali tenuti a Roma il 12 ottobre 2021 e a Milano il 23 febbraio 2022.

Il convegno, organizzato con il patrocinio della Regione Sardegna, del Comune di Cagliari e di Anci Sardegna, in collaborazione con il Crea, l’Istituto Superiore di Sanità e gli Ordini professionali, coinvolgerà interlocutori istituzionali e rappresentanze del settore e, in qualità di relatori, docenti, tecnici, professionisti ed esperti di rilevanza regionale e nazionale, oltre ad alcuni autori che hanno scritto nella prima edizione o che stanno lavorando al nuovo Focus 2022.

Nella sua prima edizione, il Libro Bianco del Verde ha raccolto oltre 50 contributi tecnico-scientifici, a firma di professori universitari, professionisti, imprenditori e tecnici che, a diverso titolo e con differenti approcci, affrontano il tema del verde e del ruolo strategico che viali alberati, parchi e giardini (pubblici e privati) possono svolgere in ambito urbano, a salvaguardia dell’ambiente, della qualità e della salubrità delle nostre città.

Dopo i saluti istituzionali (il sindaco di Cagliari, Paolo Truzzu; l’assessora regionale dell’Agricoltura, Gabriella Murgia, il direttore generale dell’Agenzia Forestas, Maurizio Malloci; il presidente dell’Anci Sardegna, Emiliano Deiana), a partire dalle ore 10 ci sarà l’introduzione dei lavori della prima sessione a cura della presidente di Assoverde, Rosi Sgaravatti, del presidente nazionale di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, del presidente Crea, Carlo Gaudio, e dell’ex ministro della Salute, Girolamo Sirchia, coordinatore della Cabina di regia Lbv Focus 2022 – “Parchi della Salute”, del direttore del Centro nazionale dipendenze e doping (Istituto Superiore di Sanità), Roberta Pacifici, della leader ambientalista Grazia Francescato, del professore emerito di Epistemologia, Silvano Tagliagambe, e dell’esperta in comunicazione scientifica, Anna Parravicini.

Seguiranno gli interventi tecnici degli Ordini professionali: Mario Asquer, presidente Ordine Dottori agronomi e Dottori forestali della Provincia di Cagliari; Teresa De Montis, presidente Federazione architetti regione Sardegna; Michele Casciu, presidente Ordine architetti pianificatori paesaggisti e conservatori della Città metropolitana di Cagliari e della provincia del Sud della Sardegna; Sandro Catta, presidente Ordine ingegneri della provincia di Cagliari; Maria Sias, presidente Associazione culturale e sportiva Ordine ingegneri della provincia di Cagliari; Angela Quaquero, presidente Ordine psicologi Sardegna e componente dell’esecutivo nazionale Ordine psicologi; Carlo Scema, presidente Collegio agrotecnici e agrotecnici laureati di Oristano-Cagliari-Sud Sardegna; Marco Fanunza, segretario Collegio periti agrari e periti agrari laureati delle province di Cagliari e Oristano. Questa prima parte dell’incontro sarà moderata dalla giornalista ed esperta in comunicazione per Enti pubblici, Associazioni e imprese, Leyla Manunza.
Seconda sessione dei lavori. La seconda parte del convegno si aprirà alle 11,30 con la moderazione di Cristina Giannetti, capo ufficio stampa del Crea, che accompagnerà l’illustrazione del progetto in vista del nuovo focus dedicato al 2022. Interverranno: Stefania Pisanti, segretario nazionale Assoverde, Davide Troncon, Responsabile Biologico, Schemi Forestali e Biodiversità – CSQA Certificazioni, Partner LBV-Focus 2022.

Il confronto proseguirà con la Tavola rotonda: “Modelli di pianificazione, progettazione, gestione e cura del Verde in nome della Salute”. Sul tema prenderanno la parola Ginevra Balletto (Univ. di Cagliari – Area disciplinare: Tecnica e Pianificazione Urbanistica), Giuseppe Corti (direttore Crea Agricoltura e Ambiente), Alberto Giuntoli (Paesaggista e docente all’Univ. di Firenze, Membro del Comitato Sviluppo del Verde pubblico del MiTE), Maria Claudia Papoff (Dirigente dell’area Parchi, Verde e Gestione faunistica – Comune di Cagliari), Alberto Manzo (Funzionario tecnico del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali), Virna Mastrangelo (Architetto Paesaggista – Studio Greenatelier), Maurizio Mulas (Univ. di Sassari – Area disciplinare: Arboricoltura Generale e Coltivazioni Arboree), Marcello Tanca (Univ. di Cagliari e Referente per la regione Sardegna della Società Geografica Italiana).

Il convegno si snoderà poi in un ultimo blocco tecnico con la parola data alle aziende per gli interventi di Massimo Andreotti (Sales Support Manager – Cifo Srl), Arnaldo Barni (Presidente di Demetra Onlus), Fabrizio Pecci (Titolare dei Vivai OnlyMoso e Presidente del Consorzio Bambù Italia)

Chiusura lavori. Le conclusioni finali saranno affidate al presidente di Confagricoltura Sardegna, Paolo Mele, al presidente di Confagricoltura Cagliari, Luca Sanna, e a Francesco Maria Maccazzola (supporti alla presidenza Assoverde e coordinamento lavori LBV).
L’evento è organizzato nella doppia modalità, in presenza e da remoto, con iscrizione obbligatoria (l’iscrizione può essere fatta attraverso il seguente link: https://www.assoverde.it/libro-bianco-del-verde-cagliari-2022 ). È prevista l’attribuzione di crediti formativi professionali per agronomi e dottori forestali, architetti, ingegneri, agrotecnici e agrotecnici laureati, periti agrari e periti agrari laureati. Ciascun Ordine o Collegio professionale provvederà all’assegnazione dei Cfp per l’iniziativa nella numerosità e modalità previste dai rispettivi regolamenti.

Notizie correlate

Vedi tutte
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto