Categories: Press Room

Condividi

Categories: Press Room

Condividi

(2) AGNELLO SARDO, CONFAGRI: CONSORZIO SI CONFRONTI CON OGNI ASSOCIAZIONE, NO A CONFUSIONE RUOLI SINDACALI

(CHB) – Cagliari, 13 gen 2023 – Alla luce di questa situazione, Confagricoltura Sardegna chiede al Consorzio di Tutela dell’Agnello di Sardegna Igp “che le scelte consortili siano concertate e condivise con l’organo direttivo, rappresentante del variegato mondo pastorale sardo, e con le diverse organizzazioni agricole. Il Consorzio di tutela è infatti la casa di tutti gli allevatori ovini della nostra Isola e non certamente di una sola associazione di categoria. Quello che sta accadendo in questi giorni, con un compenso corrisposto agli allevatori sotto il 50% dei costi di produzione, dimostra chiaramente come la vertenza prezzo vada affrontata tutti insieme e per l’intera campagna produttiva: perché o vinciamo tutti o non vince nessuno. Ostentare un risultato a vantaggio solo di una piccolissima parte di pastori, come un risultato dell’intero comparto, illudendo i produttori primari che si possano vendere gli agnelli per tutto l’anno a un prezzo superiore a quello fissato da Ismea, non fa bene né agli allevatori né tantomeno al Consorzio di tutela, poiché ahinoi il fallimento è sotto gli occhi di tutti”.
“Sarebbe, pertanto, utile una fase di chiarimento affinché si superino situazioni di confusione – non è infatti elegante confondere i ruoli di tutela di un prodotto di eccellenza con i ruoli sindacali dell’associazione di provenienza – e si possa ripartire da regole concertate e capaci di rafforzare l’azione di tutela e al contempo gli interessi dei pastori sardi”, chiude Confagri Sardegna. (CHARTABIANCA) red © Riproduzione riservata agricoltura regione imprese

Notizie correlate

Vedi tutte
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto