Condividi

Condividi

“Al nuovo governo presieduto da Enrico Letta ed al neo-ministro delle Politiche agricole Nunzia De Girolamo rivolgiamo i nostri auguri nella speranza che finalmente si possa dare una svolta positiva che permetta al Paese di uscire dalla crisi e porre l’attenzione concreta sull’economia reale e sull’agricoltura e l’agroalimentare: un patrimonio prezioso, fondamentale per il nostro sistema economico e che può contribuire in maniera tangibile alla crescita”. Lo afferma Giuseppe Politi, coordinatore di Agrinsieme (il coordinamento tra Cia, Confagricoltura e Alleanza delle cooperative agroalimentari, che a sua volta ricomprende Agci-Agrital, Fedagri-Confcooperative e Legacoop Agroalimentare).        
“La compagine è innovativa e trova ad attenderla un compito non semplice. Quindi all’Esecutivo ed in particolare al neo-ministro delle Politiche agricole poniamo – rimarca il coordinatore di Agrinsieme- precise priorità: una rinnovata politica per l’agroalimentare, un forte e incisivo impegno a Bruxelles sulla riforma della Pac, una concreta concertazione per ricostruire un corretto rapporto tra esecutivo e parti sociali”.
“Il coordinamento Agrinsieme -conclude Politi- costituisce una componente prioritaria della rappresentanza agricola e cooperativa del nostro Paese ed è proprio in virtù di ciò intendiamo offrire, con senso di responsabilità e con un impegno necessario a questa delicata fase, la nostra fattiva partecipazione e ci attendiamo, dunque, di costruire un rapporto di reciproca collaborazione con un rinnovato ascolto delle componenti sindacali, aspetto che è venuto meno nei precedenti governi”.

Notizie correlate

Vedi tutte
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto
  • Leggi tutto